Cartella Clinica Parmenide

Torna all'elenco delle news

Dematerializzazione fascia C - dal 1 maggio 2021 salvo proroghe

Pubblicato: 17/03/2021 - Categoria: Generale


Approvata il 30 dicembre scorso entra nella fase finale la normativa di riferimento per la dematerializzazione dei farmaci di fascia C che andrà a regime, salvo proroghe dal 1 maggio 2021.
Cosa cambia? L'articolo 2 della normativa recita quanto segue:

Dematerializzazione ricetta per prescrizioni di farmaci non a carico del SSN
1. Il medico prescrittore procede alla generazione in formato elettronico delle prescrizioni di farmaci non a carico del SSN, secondo le medesime modalità di cui al Decreto 2 novembre 2011, riportando almeno i dati relativi al codice fiscale del paziente, la prestazione e la data della prescrizione, nonché le informazioni necessarie per la verifica della ripetibilità e non ripetibilità dell’erogazione dei farmaci prescritti.

2. La ricetta elettronica di cui al comma 1 è individuata univocamente dal Numero di Ricetta Bianca Elettronico (NRBE), assegnato dal SAC in fase di compilazione della ricetta da parte del medico prescrittore, secondo le medesime modalità di cui al Decreto 2 novembre 2011, eventualmente anche tramite SAR.

3. A fronte dell'esito positivo dell'invio telematico dei dati di cui al comma 1, il medico rilascia all'assistito il promemoria cartaceo, secondo il modello pubblicato sul portale del SAC (www.sistemats.it). Su richiesta dell'assistito, tale promemoria può essere trasmesso tramite i canali alternativi di cui all’articolo 3-bis del Decreto 2 novembre 2011.

4. A fronte dell’utilizzo da parte dell’assistito della ricetta di cui al presente articolo, la farmacia invia i dati della prestazione erogata con le medesime modalità di cui al Decreto 2 novembre 2011. Il SAC, anche tramite SAR, verifica le condizioni di ripetibilità della vendita del farmaco, sulla base di quanto previsto dal medico e della normativa di riferimento.

5. Per le finalità di cui al presente articolo, il SAC rende disponibili ai medici e alle farmacie anche servizi web.

6. Il Ministero dell'economia e delle finanze rende disponibili alle ASL di competenza i dati di cui al comma 4 e, con forme di pseudonimizzazione, all’AIFA, nonché al Ministero della salute e alle regioni e province autonome i medesimi dati, secondo modalità da stabilirsi, previo parere del Garante per la protezione dei dati personali.

La normativa riguarderà 4 categorie di prescrizione ovvero quelle inerenti i farmaci in RR Ricetta Ripetibile, i farmaci in RNR ovvero ricetta non ripetibile per quanto concerne medici e pediatri mentre riguarderà anche specialisti ed altre figure professionali per i farmaci di tipo RNRL oppure RRL (ricetta ripetibile o non ripetibile ma con limitazione)

Saranno quindi rese in una nuova veste grafica attraverso un nuovo tipo di promemoria alcune ricette di tipo RIPETIBILE (RR) in modo tale che il paziente con questa ricetta dematerializzata potrà ritirare il farmaco fino ad un massimo di 10 volte per una durata massima di 6 mesi. La regola vale dunque per quei farmaci come gli stupefacenti (in tdl oppure no) oppure farmaci come antidepressivi ed altre tipologie di ricette di tipo RR

Sono già stati resi disponibili i documenti tecnici per l'aggiornamento delle cartelle ma la fase di sperimentazione e messa a regime comincerà non prima del 1 aprile 2021 quando il SAC - SISTEMA TS renderà disponibili gli indirizzi di riferimento per cominciare gli sviluppi e i test.